nuovo-5x1000

Il Verzellino: chi sapeva della sua esistenza? Anche nel centro di Roma

Coloratissimo, si nutre di semi e piccoli insetti

Il Verzellino (Serinus serinus) è un piccolo passeriforme, una specie migratrice e sedentaria, che in Italia nidifica con una popolazione compresa tra 500000 e 1000000 di coppie in vari tipi di ambienti alberati, preferibilmente soleggiati, dalle zone rurali a parchi e viali urbani. Da aprile in poi depone 3-4 uova che si schiudono dopo circa 13 giorni (due covate annue). I piccoli si involano a 13-18 giorni di vita. La dieta è granivora (fonte: P. Brichetti, Uccelli. Conoscere, riconoscere e osservare tutte le specie di uccelli presenti in Europa, Novara 2004).

Si tratta di uccellini dall'aspetto paffuto e arrotondato, muniti di testa rotonda, corto becco conico, ali appuntite e coda dalla punta lievemente forcuta. Il colore delle piume è dominato dai toni del giallo-verdastro: di colore giallo carico sono fronte, sopracciglio, bordi della faccia, guance, gola, petto, codione e fianchi, mentre faccia, calotta e nuca sono verdastre, il dorso è di colore bruno e il sottocoda è bianco, mentre il ventre è bianco e (così come i fianchi e la parte inferiore del petto) presenta penne dalle punte di colore bruno scuro, a dare un effetto screziato. Ali e coda sono di colore bruno scuro.

Nidifica su alberi in luoghi soleggiati preferendo i cipressi - foto A. Fiorillo

Il verzellino è un uccello essenzialmente granivoro con una dieta composta da varietà di semi di piante erbacee, nonché di semi di essenze arboree. Specialmente in primavera, quando il fabbisogno energetico aumenta per via della riproduzione, questi uccelli si cibano anche di piccoli insetti. La stagione degli amori va da febbraio ad agosto, con le coppie che si formano già durante l'inverno: si tratta di uccelli monogami, coi maschi che attraggono le femmine cantando a squarciagola da posatoi in evidenza (alberi solitari, rocce, antenne TV ecc.). Il nido viene costruito dalla sola femmina, col maschio che talvolta può fornire parte del materiale da costruzione: a forma di coppa, esso viene ubicato fra i rami di un albero o un cespuglio (prediligendo i cipressi), e consta di uno strato esterno di rametti e fibre vegetali intrecciate e da una parte interna concava foderata di piumino e lanugine.