Sostieni il WWF

Torna l’insensata idea di un distributore di carburante accanto alla Palude di Torre Flavia

L'ingresso del Monumento Naturale
13 maggio 2020 - Il WWF Lazio esprime la sua netta contrarietà alla realizzazione del nuovo distributore di carburante che il Comune di Cerveteri ha intenzione di autorizzare in Località Stallonara, ai confini del Monumento Naturale della Palude di Torre Flavia. E' una Zona Speciale di Conservazione della Rete Europea Natura 2000 e una delle pochissime aree protette del litorale laziale, tappa fondamentale per gli uccelli migratori e area di nidificazione del Fratino. “Non siamo i soli ad essere contrari alla realizzazione del distributore di carburanti – dichiara Andrea Filpa Delegato del WWF Italia per il Lazio – perché questa iniziativa ha allarmato sia il Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare che la Regione Lazio, nonché la Città Metropolitana di Roma che da anni cura la gestione di questa importantissima area protetta; e sono state raccolte quasi 2000 firme di cittadini preoccupati per il futuro di Torre Flavia”.
 
Le guardie volontarie giurate del WWF attive anche a Torre Flavia
Si tratta di una trasformazione pericolosa – suscettibile di indurre sversamenti di idrocarburi, comunque impermeabilizzazione dei suoli e inoltre disturbi rilevanti all’avifauna – collocata inspiegabilmente in una area extraurbana e in un contesto paesaggisticamente di grande qualità, contro qualsiasi principio di precauzione. Ma si tratta anche di una trasformazione sbagliata; non vi è alcun motivo funzionale che induca ad collocare il nuovo distributore di carburante (ammesso che servano nuovi distributori in un momento di transizione verso la mobilità elettrica) in un ambiente così delicato. Il WWF Lazio auspica che l’Amministrazione Comunale di Cerveteri impedisca questo ennesimo sfregio in grado di compromettere i delicati equilibri della costa laziale.