banner-areaumida-caffarella

21 novembre: salviamo il nostro patrimonio arboreo e boschivo

Le piante: fondamentali per la nostra vita

Boschi e alberi sono essenziali per la nostra esistenza, come l’acqua. Difendiamoli e curiamoli. Nella Festa nazionale dell’albero (21/11) il WWF lancia la seconda edizione del contest di Urban Nature per le scuole. Una nuova sfida per aumentare la biodiversità urbana.

La Giornata nazionale dell’albero è stata istituita con legge nazionale nel 2013 al fine di perseguire, attraverso la valorizzazione dell'ambiente e del patrimonio arboreo e boschivo, l'attuazione del protocollo di Kyoto e richiamare l'attenzione dei cittadini sulla funzione degli alberi per l'ambiente, il territorio, la vivibilità delle città. "Il bosco rappresenta - dichiara Raniero Maggini Presidente WWF Roma e Area Metropolitana - uno degli habitat più evocativi per ciascuno di noi e gli alberi ne sono le principali componenti identitarie. Le attuali minacce ambientali ripropongono l'importanza e l'esigenza di garantirne rispetto e tutela. In ambito urbano i servizi ecosistemici che gli alberi possono svolgere impongono una rinnovata capacità di pianificazione, programmazione e gestione per le nostre città, una sfida alla quale siamo chiamati a rispondere rapidamente e con grande senso di responsabilità verso le future generazioni. La bellezza e la ricchezza che la presenza degli alberi donano ai luoghi che abitiamo ci può certamente aiutare ad affrontare questa sfida con entusiasmo e la consapevolezza di importanti traguardi possibili." Nell’ occasione il WWF, in collaborazione con l’Arma dei Carabinieri, propone alle scuole italiane di ogni ordine e grado una nuova sfida educativa sulla natura in città (la forestazione urbana è infatti una delle strategie per rendere le nostre città più salubri, sostenibili e ricche di biodiversità). Negli ultimi due anni il WWF ha proposto l’evento Urban Nature, per far scoprire e incrementare la Natura in città. Dallo scorso anno il pubblico dei giovani e delle scuole è stato al centro della nostra azione grazie alla prima edizione del Video Contest Nazionale Urban Nature - un impegno per la Natura delle nostre città, che ha coinvolto circa 10.000 studenti di scuole secondarie superiori, di cui 3.500 incontrati sul territorio.

Bosco - foto di © Luca Scudiero

Anche nella prossima edizione di Urban Nature il WWF potrà contare sulla collaborazione dell’Arma dei Carabinieri che supporta l’iniziativa sulla natura in città sin della prima edizione. È stata infatti rinnovata la partnership per difendere la biodiversità, la “legalità ambientale”, la tutela del territorio e per promuovere iniziative di sensibilizzazione e di educazione ambientale che sono cruciali sia per il WWF che per l’Arma dei Carabinieri. Dai tetti verdi agli edifici ‘amici’ di rondini e rondoni, dalla realizzazione di giardini mediterranei per gli insetti impollinatori al recupero di aree degradate limitrofe alla scuola, sono state molte le idee progettuali proposte dai ragazzi che, grazie al WWF, hanno potuto mettersi in contatto con le istituzioni locali e dare visibilità ai propri progetti. Le classi premiate stanno, proprio in questi giorni, acquistando e mettendo a dimora, numerose piante nei giardini delle proprie scuole.

Visitatori in una faggeta del Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise - foto L. Biancatelli

Il nuovo contest “L’impegno delle Scuole per la Natura delle nostre Città” è cresciuto e si rivolge a tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado. Quest’anno alle classi viene chiesto di individuare un’azione per aumentare la biodiversità urbana: una riqualificazione degli spazi della scuola o di un’area esterna o altri tipi di intervento a livello urbano per aumentare la presenza di natura in città. L’aumento della natura in città e della relazione con essa è importante a tanti livelli. Da tempo la comunità dei pediatri sottolinea l’importanza del contatto con la natura per crescere in modo equilibrato. La vita sedentaria, l’inquinamento atmosferico, la mancanza di contatto con l’ambiente naturale stanno provocando nei minori l’aumento di patologie come obesità, rachitismo, asma e allergie. L’importanza delle scuole in questo contesto è insostituibile. C’è tempo fino al 15 luglio 2019 per partecipare, previa iscrizione, inviando la Scheda Progetto e l’elaborato multimediale esplicativo (video, presentazione power point, blog, giornale di classe). In seguito alla valutazione della giuria, per i ogni ordine scolastico verranno selezionati un primo e secondo per un totale di 6 premi utili alla realizzazione del progetto presentato per fare posto alla Natura in Città. Tutte le scuole partecipanti e attivate saranno protagoniste di un evento itinerante promosso dal WWF, in cui le scuole  nella propria città presenteranno i loro prodotti multimediali e progetti di recupero delle aree verdi agli amministratori, alle comunità locali e ai loro coetanei per contagiarli alla tutela della biodiversità urbana.  QUI la pagina web di Urban Nature

Foto di F. Boggi