Sostieni il WWF

Difendiamo la Direttiva Quadro Acque: partecipiamo alla consultazione pubblica europea

Il Tevere dall'Oasi Urbana

Direttiva UE Quadro Acque 2000/60/ce: partecipiamo alla consultazione pubblica europea: https://www.wwf.it/protectwater.cfm In molti in Europa stanno cercando di rendere completamente inefficace la Direttiva UE Quadro Acque; in particolare ci sono proposte per posticipare ancora i termini per raggiungere il “buono stato ecologico” dei corpi idrici, termine già prorogato dal 2015 al 2017…!

Secondo gli ultimi dati, il 60% di fiumi, ruscelli, laghi e zone umide europee non è in buona salute. Per generazioni abbiamo distrutto e inquinato le nostre fonti di acqua usandole irresponsabilmente. La situazione delle nostre acque interne è allarmante: solo il 43% dei 7494 fiumi, considerati nell’ambito dei Piani di gestione acque, è in un “buono stato ecologico”, come richiesto dalla Direttiva Quadro Acque (2000/60/CE), mentre il 41% è ben al di sotto dell’obiettivo di qualità e un 16% non è stato nemmeno classificato. Ancora più grave la situazione dei 347 laghi, di cui solo il 20% è “in regola” con la normativa europea. La consultazione popolare sulla Direttiva europea è stata avviata dalla Commissione Europea, sotto il silenzio generale, il 17 settembre scorso e si concluderà 4 marzo 2019.

Foto: T. Pancamo

Proteggere le nostre risorse idriche è fondamentale non solo per la nostra sopravvivenza, ma anche per quella di centinaia di specie animali e vegetali che senza fiumi, laghi, zone umide e ruscelli in buono stato sarebbero destinati all'estinzione. Il WWF, insieme ad un’ampia coalizione internazionale e nazionale (in Italia sono 20 le associazioni che hanno aderito all’appello di salvaguardare la Direttiva Acque) si sta adoperando per promuovere la partecipazione alla Consultazione, fornendo anche le risposte pre-definite per chi magari non ha tempo di approfondire o di compilare l’intero questionario.

Foto: T. Pancamo

La Coalizione italiana “Living Rivers” che promuove la Campagna #Protect Water è composta da: AIPIN – Associazione Italiana per l’Ingegneria Naturalistica, APR - Alleanza Pescatori Ricreativi, ARCI, Associazione Watergrabbing, CATAP - Coordinamento Associazioni Tecnico-scientifiche per l'Ambiente ed il Paesaggio, CIRF – Centro Italiano per la Riqualificazione Fluviale, Federazione Pro Natura, FIPSAS, Gruppo 183, INU – Istituto Nazionale di Urbanistica, Italia Nostra, Kyoto Club, Legambiente, LIPU, SIEP – Società Italiana di Ecologia del Paesaggio, SIGEA, Slow Food, Spinning Club Italia, TCI – Touring Club Italiano, WWF
DIFENDIAMO LA DIRETTIVA QUADRO ACQUE
Compilate e fate compilare il questionario on – line sulla Direttiva. Il numero di questionari riempiti sarà determinante nei tavoli di discussione europei. Trovate il format per aderire alla Campagna su https://www.wwf.it/protectwater.cfm