Sostieni il WWF

Garzetta a Villa Borghese: una elegante presenza in città

Accade spesso (e speriamo ognuno di noi ci faccia sempre più caso) di notare delle presenze in una città normalmente accerchiata  dalle solite automobili e dai soliti rumori. E accade quasi sempre negli ambienti più protetti dal marasma cittadino.

 

In questo caso ci troviamo a Villa Borghese, nel famoso laghetto. Un nostro amico, che ringraziamo, ha ripreso con il cellulare una Garzetta (Egretta garzetta) molto elegante mentre … si crogiolava nell’ultimo sole del pomeriggio
PICCOLA SCHEDA SULLA GARZETTA
Airone di medie dimensioni interamente bianco, con becco sottile di colore nero e zampe nerastre con piedi gialli. In abito nuziale si sviluppano penne ornamentali sulla nuca, alla base del collo e sul mantello. Specie migratrice e dispersiva, in Europa evidenzia una distribuzione meridionale. Sverna in Africa tropicale e nel bacino del Mediterraneo. In Italia è nidificante con 15000-16000 individui, che rappresentano il 23% della popolazione della regione paleartica occidentale. Dagli anni 80 è divenuta una svernante comune e regolare. Nidifica in boschi ripari di medio fusto, nei boschetti asciutti circondati da risaie e, localmente, anche in canneti, lagune, in zone a macchia mediterranea, pioppeti e parchi patrizi. Nel mese di aprile costruisce un rudimentale nido di stecchi, dove depone 3-5 uova di colore verde-bluastro che si schiudono dopo 21-22 giorni (una covata annua). I piccoli lasciano il nido a circa un mese di vita, ma diventano atti al volo a 40-45 giorni. Gregaria in ogni periodo dell'anno, la Garzetta si nutre di una vasta gamma di piccoli animali, come pesci, anfibi, rettili, crostacei, molluschi e insetti (fonte: P. Brichetti, Uccelli. Conoscere, riconoscere e osservare tutte le specie di uccelli presenti in Europa, Novara 2004).

Una immagina di Villa Borghese