Auguri feste 2018

Domenica 13/10 volontari WWF Pigneto Prenestino alla Giornata del Camminare

Il WWF partecipa alla Giornata del Camminare a Roma

Domenica 13 ottobre, nell'ambito della Giornata del Camminare organizzata come ogni anno da Federtrek, attivisti del Gruppo Pigneto-Prenestino del Wwf Roma e Area Metropolitana incontreranno al Parco della Serenissima, nel V Municipio, i volontari dei comitati e delle associazioni locali che si battono per la realizzazione del Parco Lineare di Roma Est.

Nell'occasione gli attivisti del Wwf metteranno a dimora quattro alberelli di specie autoctone. L'area su cui dovrebbe sorgere il Parco Lineare di Roma Est può essere considerata un importante corridoio verde tra la Campagna romana e il centro dell'Urbe, parallelo a quelli costituiti dal parco dell'Appia Antica e dalla Riserva della Valle dell'Aniene, ed esteso da Porta Maggiore attraverso il Parco dell'Ex Snia Viscosa, il Parco della Serenissima e altre importanti aree verdi fino all'area archeologica di Gabii, ben oltre il Grande Raccordo Anulare.

Uno scorcio urbano del tratto della Serenissima nell'area del cosiddetto Parco dell'Oblio - foto A. Fiorillo

Nel tratto a cavallo dell'A24 tra Largo Preneste e la Cervelletta si estende quello che è stato denominato "Parco dell'Oblio", oggetto dell'omonimo Dossier pubblicato dal Wwf nel 2018, e così denominato perché composto da aree destinate a parco pubblico da diversi provvedimenti amministrativi al momento non ancora attuati. Il recente interesse da parte di cittadini ed istituzioni per la realizzazione del Parco della Serenissima, che rientra nell'area in questione, ci induce a voler suggerire nonostante tutto di ribattezzare il Parco dell'Oblio come Parco della Via Collatina Antica, importante settore del più esteso Parco Lineare di Roma Est.

La confinante area archeologica di Gabii - foto S. Gizzi

Auspichiamo che i quattro piccoli alberi dei volontari del Wwf possano crescere insieme alla realizzazione del Parco, permettendo così la salvaguardia e la valorizzazione dei beni ambientali, naturalistici e archeologici presenti e contribuendo alla riqualificazione del settore orientale di Roma.