banner-areaumida-caffarella

Natura in città: il Biacco, utile nelle campagne e campione di fughe veloci

Il Biacco è un serpente innocuo

Il Biacco (Hierophis viridiflavus) è un serpente innocuo e non velenoso della famiglia dei Colubridi, frequente nelle campagne e nei giardini, sia in terreni rocciosi, secchi e soleggiati, sia in luoghi più umidi come le praterie e le rive dei fiumi.

Si nutre di altri rettili (in particolare piccoli sauri ed altri serpenti, dalle bisce d'acqua alle vipere), di uova di uccelli e nidiacei (o anche adulti di specie piccole), di piccoli mammiferi (in particolare topi e ratti) e anfibi anuri, urodeli e apodi; occasionalmente nuota agilmente in immersione, alla ricerca di piccoli pesci. Spesso lotta con alcuni animali, come ramarri, lucertole ocellate e rospi di grandi dimensioni con esiti altalenanti. È una specie diurna.

Quando un uomo incontra un Biacco ... lo vede fuggire velocemente ..

Si difende molto all’antica, ossia … fuggendo il più velocemente possibile. Se afferrato, non esita ad affrontare l'aggressore e a difendersi vigorosamente con ripetuti morsi. In caso di fuga impossibile cerca un varco lanciandosi contro l'aggressore. così che la preda diventa predatore e viceversa. Risulta essere tra i serpenti più investiti dagli autoveicoli. Sebbene sia una specie comune, classificata dalla Lista Rossa IUCN come non minacciata (LC), il biacco è inserito tra le specie salvaguardate dalla Convenzione di Berna e dalla direttiva europea "Habitat" (Legge n. 357/2007)

Il Biacco mangia anche vipere e topi