Sostieni il WWF

Natura in città: lo scoiattolo corre, si arrampica e si nutre di …

Chi non ha mai visto uno scoiattolo in città?

Lo scoiattolo comune (Sciurus vulgaris, Linnaeus 1758) è un roditore appartenente alla famiglia degli Sciuridae, della classe dei Mammiferi ed è presente in Italia su buona parte del territorio. Lo scoiattolo comune, lo sappiamo, vive prevalentemente sugli alberi ed è onnivoro. Nella media ha una lunghezza intorno ai 25 cm. più la lunga e caratteristica coda quasi altrettanto lunga e vanta un peso che può andare dai 2 etti e mezzo ai tre etti e mezzo.

Dicevamo della coda caratteristica: sapevate che funge quasi da termosifone contribuendo in modo prezioso a mantenere il calore del corpo durante il sonno? Oltre, ovviamente, a permettere di balzare da un albero all’altro e a mantenere l’equilibrio lungo i rami, un po’ come l’asta per gli equilibristi sulla fune. Lo scoiattolo comune, come la maggior parte degli scoiattoli arboricoli, possiede artigli aguzzi e curvi tali da consentire l'arrampicata sugli alberi, anche sui rami strapiombanti.

Scoiattolo a Villa Borghese - foto di Paolo Feliciello

La colorazione del mantello varia molto dal marrone rossiccio al marrone scuro ed è data da fattori diversi come il clima, la copertura vegetale, fattori di tipo genetico oppure dalla alimentazione seguita. Purtroppo questo simpatico, veloce e allegro mammifero non vive a lungo e questo dipende molto dalla quantità di semi di cui ha disponibilità per nutrirsi durante l’autunno e l’inverno. Pensate che molti scoiattoli, la maggioranza, non riescono a sopravvivere più di un anno mentre la media della vita di chi ce la fa è di circa tre anni e pochi li superano.

Anche il nostro Raniero Maggini ha fotografato uno scoiattolo a Villa Borghese con la caratteristica coda alzata

Durante l’inverno, ma solo in caso di nevicate abbondanti vive nel proprio nido per più giorni consecutivi ed è solito emettere grida acute. L'accoppiamento può avvenire nei mesi di febbraio-marzo e tra giugno e luglio (e quindi ci siamo quasi!!). La femmina quindi ha di norma due gravidanze ogni anno e mette al mondo  3-4 piccoli dopo un periodo di circa 40 giorni di gestazione dura. Appena nati i cuccioli non sono autosufficienti, addirittura sordi e ciechi con un peso davvero minimale che arriva al massimo ai 15 grammi. Hanno solo la mamma che si occupa di loro, nessun altro. La vista arriva dopo tre o quattro settimana e poi, dopo quaranta giorni, arrivano anche i denti grazie ai quali finalmente potranno nutrirsi da soli.

Un esemplare di scoiattolo grigio fotografato a Londra in Hyde Park dal nostro Alessandro Giovannozzi