canoa nel lago

Natura in città: in mezzo a noi c’è una talpa!

La talpa è tra noi, con segni visibili!

La Talpa (Talpa europaea Linnaeus 1758) è un genere di mammiferi soricomorfi della famiglia dei Talpidi, a diffusione eurasiatica. Ne fanno parte sia specie molto comuni, come la talpa europea, diffusa in quasi tutta l'Europa e la Russia, che specie con areale molto ristretto, come la talpa di Padre David (Talpa davidiana) che è criticamente minacciata di estinzione.

La talpa europea che è quella che spesso e silenziosamente visita anche i nostri giardini privati e le ville urbane lasciando visibili buche, è un animale molto solitario che trascorre la maggior parte della giornata in un sistema di gallerie sotterranee molto complesso, alcune collocate anche fino a 15–25 cm dalla superficie, utilizzate come ripari permanenti, ed altre più superficiali, quasi al livello del suolo, che vengono usate invece come postazioni di caccia. Il reticolo di queste gallerie può arrivare a coprire in media una superficie di che va dai 600 ai 900 metri quadrati.

E' vero, la talpa ci vede poco ma ci sente benissimo

Sappiamo tutti che la vista della talpa è molto limitata e viene quindi aiutata da altri sensi molto sviluppati come l’udito, l’olfatto e il tatto. Muso, coda e zampe anteriori sono dotati di sensibili vibrisse, mentre l'estremità del muso è ricca di piccoli organuli sensitivi. La talpa mangia gli invertebrati che vivono nel sottosuolo come i lombrichi che rappresentano la dieta principale, le lumache, larve e insetti. E’ un mammifero che dorme poco e spesso, circa 3 ore di seguito più volte al giorno ma non va in letargo. Si riproduce una volta l’anno con la nascita in media dai 4 ai 6 cuccioli che saranno allattati al massimo per un mese e mezzo e vivranno per una età media che va dai 4 ai 6 anni