Sostieni il WWF

Natura in città - Airone cenerino al lago Ex-Snia: difendiamo i piccoli laghi

Airone cenerino al lago Ex-Snia

Il nostro socio Franco ha “beccato” un Airone cenerino durante il pasto nel Lago Ex-Snia a Roma. Prontamente segnalato, è per noi l’occasione di descrivere brevemente anche le sue abitudini, per continuare a testimoniare quanto sia radicata la presenza di avifauna nella Capitale d’Italia.

L'Airone cenerino è il più grosso airone europeo. Specie migratrice, dispersiva e sedentaria, sverna nel bacino del Mediterraneo e in Africa. In Italia nidifica con circa 9000 coppie, incrementate sensibilmente negli ultimi decenni (1000 coppie nel 1984). Nidifica negli ambienti più disparati: zone umide d'acqua dolce e salmastra, boschi, campagne alberate, parchi patrizi ecc., generalmente a quote inferiori ai 500 metri. Coloniale, da febbraio a maggio costruisce un voluminoso nido sugli alberi o tra le canne e vi depone 4-5 uova bluastre che i genitori covano a turno per 25-26 giorni (una covata annua).

Il pasto di oggi è un pesce gatto preso nel lago Ex-Snia

I piccoli abbandonano il nido dopo poco meno di un mese e volano dopo un analogo periodo. La dieta è varia e sembra dipendere dall'habitat: pesci, anfibi, rettili, piccoli mammiferi e invertebrati. Si nutre preferibilmente di giorno, isolato o in gruppetti, camminando nella acque basse o attendendo immobile che le prede capitino a tiro del becco appuntito (fonte: P. Brichetti, Uccelli. Conoscere, riconoscere e osservare tutte le specie di uccelli presenti in Europa, Novara 2004).

Visuale del lago Ex-Snia a Roma